X
Back to the top
X

Hai scovato un vecchio blog!

I contenuti di questo sito non sono più attuali

Don't show this message again
Spirale in legno tagliato laser di John Edmark

arte

Spirale in legno tagliato laser di John Edmark

Arte + digital fabrication: le sculture cinetiche di John Edmark

Oggi vi parliamo finalmente di un artista di cui siamo letteralmente innamorati, e che colpevolmente non avevamo ancora segnalato: si tratta di John Edmark. Queste due gif animate danno danno un’idea abbastanza autoesplicativa del perché ci piace così tanto, ma per amarlo fino in fondo bisogna guardare tutto il suo canale Vimeo.

Scultura cinetica in legno tagliato al laser

Scultura cinetica in stampa 3D

Le sculture cinetiche di John sono tutte fabbricate digitalmente, col taglio laser o la stampa 3D, e rilasciate con licenza Creative Commons. Su Instructables ne trovate alcune da scaricare, compresa l’ultima clamorosa stampa 3D animata.

oppure la spirale di Fibonacci in taglio laser.

Continue reading “Arte + digital fabrication: le sculture cinetiche di John Edmark” »

MoleculArt: l’opera d’arte generativa laser cut

Si chiama MoleculArt la creazione di Antonio Turiello e Andrea Foti, un’opera d’arte generativa esposta nella categoria Design della mostra/evento NIB-GAS.

MoleculArt

In questo caso l’ispirazione nasce dalla geometria molecolare. L’opera prende forma a partire da un processo che interpreta legami (angoli) tra atomi (raggi) come connessioni geometriche mutevoli tra regole e casualità.

Un algoritmo generativo digitale-analogico è al centro della creazione di MoleculArt: nella prima fase avviene la fabbricazione computerizzata (generazione digitale) degli elementi, nella seconda fase (generazione analogica) questi vengono assemblati dall’artista.

Il risultato è una proliferazione nello spazio tridimensionale da cui emerge una delle infinite configurazioni possibili.

MoleculArt è stata progettata con Rhinoceros, Grasshopper e Generation e realizzata con Vectorealism.

E adesso non vi resta che guardare qualche foto dell’unboxing e della realizzazione dell’opera, se volete vederne (e saperne) di più, cliccate senza indugi sul sito di Antonio Turiello.

MoleculArt

MoleculArt

MoleculArt

MoleculArt

MoleculArt

MoleculArt

MoleculArt

MoleculArt

 

 

 

Skate Art Machine: arte generativa e digital fabrication a Milano

Sabato prossimo 25 maggio vi aspettiamo con il laserone per un evento che definire una figata è riduttivo: la VANS Action Gallery.

Vans Action Gallery

Una galleria d’arte contemporanea creata da VANS insieme ad Aw Lab: un’installazione di arte generativa e digital fabrication incentrata sullo skate.

Ma a parte tagliare le tavole da skate con il laser, cosa può fare Vectorealism con degli skater? La risposta l’ha trovata MammaFotogramma, con un’installazione che spazia dai video artist ai maker.

Il fulcro dell’evento sarà infatti la SKATE ART MACHINE: una rampa dove grazie al kinect e al video mapping gli skater potranno interagire con delle proiezioni, dove sensori di movimento tracceranno linee continuamente rielaborate, che scaturiranno in oggetti tagliati al laser e stampati in 3D. Continue reading “Skate Art Machine: arte generativa e digital fabrication a Milano” »

Maker Story: “Tante belle cose” di Giorgio Laboratore

Ripercorriamo la storia di uno dei primi progetti realizzati con Vectorealism, la collezione “Tante Belle Cose” di Giorgio Laboratore, aka “the worker”, presentata in occasione del Fuorisalone 2010. Si tratta di una serie di souvenir ironici e un po’ irriverenti che rappresentano l’italianità in chiave decisamente contemporanea.

gondola tagliata al laser im compensato

Raccontaci qualcosa di te. Che tipo di maker sei? Sei un creativo professionista?

Sono un designer freelance. Ho studiato design industriale concentrandomi sull’ambito del prodotto. Adesso mi occupo di design consulting con Federico Picone, titolare dello studio Colordesigners e ho degli incarichi come collaboratore al Politecnico Bovisa. Inoltre nei ritagli di tempo curo dei progetti di product design per conto mio. Mi sono formato nell’era dei computer, tra render 3d e grafica vettoriale, vivendo sempre di più un progressivo distacco dalla realtà da parte del mondo creativo. Spesso i progetti che realizzavamo nascevano e morivano nei nostri computer nell’impossibilità di poter realizzare modelli fisici e prototipi con cui materializzare le proprie idee. Da questo punto di vista sono assolutamente entusiasta della potenzialità che Vectorealism rappresenta per i creativi di ogni genere: mi ha colpito molto il vostro tipo di approccio e servizio che di solito produttori e fornitori non offrono. Continue reading “Maker Story: “Tante belle cose” di Giorgio Laboratore” »

Cardboard Exhibition Pods – installazione in cartone ondulato

Toby Horrocks ha realizzato questa installazione utilizzando cartone ondulato.

Melbourne-based architect Toby Horrocks has designed a collection of  cardboard exhibition pods.

Toby says:

The abstract ‘icons’ represent four magazines published by Architecture Media, and were displayed at an exhibition of Australian Design Publishing, at the Gallery of Australian Design in Canberra. Cardboard is an ideal medium for temporary displays. This cardboard exhibition display was designed to be flat-packed for transport.

via Atelier13, Contemporist

ARACNE 8.0: invasione di ragni lasercut nella nuova mostra di NO CURVES

L’artista NO CURVES invade lo spazio Metradamo con dozzine di ragni di plexiglas bianco e nero prodotti con Vectorealism. Inaugurazione il prossimo giovedì, 22 settembre.

mostra NO CURVES metradamo ARACNE Vectorealism

La prerogativa di No Curves è quella di esprimersi attraverso il nastro adesivo: un prodotto utilizzato in prevalenza come materiale da lavoro, diviene nelle mani del creativo uno straordinario elemento artistico e uno strumento per poter indagare l’uomo del terzo millennio.

ARACNE 8.0 TEASER from leonardoworx on Vimeo.

.

No Curves da numerosi anni, grazie alla indiscussa abilità tecnica nell’utilizzo del nastro adesivo, è considerato uno dei massimi esponenti internazionali della tape-art, a tal punto da essere stato scelto dalla Tesa, azienda tedesca leader nel mercato mondiale del nastro adesivo, come artista rappresentativo per l’evento dei suoi 75 anni appena tenutosi ad Amburgo.

Per la mostra ARACNE 8.0 la scelta della location si è indirizzata verso Metradamo, brand italiano di women’s wear, che ha sposato il progetto e la sua tematica artistica.

Babel: personale di sola scultura di Corrado Zeni

Babel è la prima personale di sola scultura dell’artista Corrado Zeni. Corrado utilizza da tempo Vectorealism per produrre le sue opere: questa volta ha utilizzato uno dei nostri nuovi materiali, l’acrilico specchio, per realizzare le figure tagliate che caratterizzano questa personale. L’uso dello specchio riesce a evidenziare il sottile rapporto che si crea fra le figure percepite, quelle che identifichiamo in quanto prete, punk.. ecc e quelle riflesse nello specchio, che siamo noi.

Scheda dell’evento su Exibart

R.I.P. Ball – ve lo buco quel pallone

Un nuovo gioco ideato dall’artista Chadwick Gibson: il bersaglio è realizzato in MDF tagliato al laser. Siete curiosi di vedere come si gioca? Ecco un video realizzato da Chadwick

A new game by american artist Chadwick Gibson: Lasercut MDF Board, spraypaint, nails, rubber bands, and paddle ball. Click here to watch a video of the game being played.